VittCaltabiano's Weblog

Il blog di Vittorio Caltabiano

Archive for the ‘Senza Categoria’ Category

Mio nonno Giovanni.

Posted by vittcaltabiano su 6 marzo 2016

Nasce la pagina dedicata ai miei nonni  materni  i Piraino! (https://vittcaltabiano.wordpress.com/i-piraino/)

I Piraino

I mie nonni materni  Piraino Giovanni  del 1884, e D’Aquila Rosalia nata il 12 febbraio 1886, si sono sposati il 4 febbraio 1906.

Poco so della loro vita e quel poco l’ho potuto ricostruire dai documenti che ho rinvenuto tra le carte dei miei genitori.

certificato matrimonio D'Aquila-PirainoGiovanni  e  Rosalia avevano appena 22 anni lui, orfano di entrambi i genitori, e 20 lei , con la sola madre vivente, quando si sono sposati a Santo Stefano di Camastra.

Ritengo che abitavano a Torremuzza, una frazione vicina .

Il 22 gennaio del 1907 nasce il piccolo Antonino Giovanni e grande è stata la loro gioia.Il primo figlio, un maschio! Gli dettero  il nome del nonno paterno e come secondo il nome del papà.

Ma non si sono fermati lì ed a maggio del 1909 Rosalia inizia una nuova gravidanza! A quei tempi non c’erano ecografie per sapere  il sesso del nascituro e le ipotesi si basavano solo sulla forma della pancia!

Il 25 gennaio 1910 nasce una femminuccia, mia mamma! La famiglia adesso era completa : avevano la coppia!  Le venne dato il nome della nonna materna Francesca Paola; erano tempi in cui per tradizione i nomi dei nonni si ripetevano nei figli .

Mi immagino come il piccolo Antonino si muoveva per casa e come giocava con la sorellina!

La gioia della famiglia però durò poco perchè il 6 febbraio del 1911 Antonino ,di appena 4 anni , vola in cielo.

Francesca Paola, Paolina, resta sola e l’amore dei genitori si riversa tutto  su di lei ; è una brava bimba, bella, senza vizi e di una bontà incredibile.mamma Lina _0001 (a dx : Rosalia e seduta Paolina)

nonna Rosalia e mamma Lina

Il due giugno del 1916 un tragico incidente : papà Giovanni cade da cavallo e muore.

La famiglia è distrutta, ma Rosalia, superati i primi anni di immenso dolore, reagisce e si dedica interamente all’unica figlia rimastele. Inoltre ha dei vicini che non l’abbandonano e l’aiutano. Paola e Rosina diventano inseparabili!

Paola cresce, è brava a scuola e la sua bontà e bellezza attirano le attenzioni di Pippo, mio padre, fratello di Salvatore Caltabiano sposo di Ciccina ( Rizzo Alfonso Francesca), amica intima di Rosalia.

la moto di nonno PippoGiuseppe Caltabiano, nativo di Riposto ( in provincia di Catania), anno 1907, con diploma di Ragioniere , lavorava già dal 20 maggio 1929 al Comune di Santo Stefano di Camastra come impiegato all’Ufficio di Segreteria e Anagrafe Stato civile e leva; bel giovane, elegante , arrivava in quel paesino di Torremuzza con la sua bella moto, una DKV tedesca, e si innamorò subito della bella Paolina

mamma Lina_0001mamma Linanonna Lina e Rosina.jpgIMG_0447.JPG

Lina e Rosina

pippo e lina 3-6-1931Il 3 giugno del 1931 si sposarono!

busta (2).jpgAnno 2016, Febbraio : Tra le vecchie carte dei miei genitori trovo una busta con la scritta “Documenti appartenenti a Rosalia…”; la apro e trovo delle ricevute di sepoltura di Piraino Giovanni rilasciate dal Comune di Santo Stefano di Camastra 1l 1916; ed anche delle foto di cui una con scritto dietro Piraino Giovanni .E’ lui ?foto Piraino Giovanni.jpgnonno Giovanni - Copia
Telefono al Comune di Santo Stefano e chiedo dell’impiegato addetto all’Ufficio addetto ai servizi cimiteriali ; mi risponde  e  faccio presente di aver trovato queste ricevute e che desideravo sapere se per caso esistesse ancora la tomba di Piraino Giovanni.  Gentilissimo mi fa attendere per andare a vedere un registro dove lui tempo fa ha annotato, a seguito un suo inventario, tutte le tombe esistenti nel cimitero comunale.Ritorna e mi dice che gli risulta ancora presente una tomba intestata a Piraino Giovanni !!!!!!Non ci posso credere…..ho trovato la tomba di mio nonno Giovanni.!!!Mi ha detto che il cimitero vecchio è chiuso al pubblico e che lui mi accompagnerà personalmente sul posto per aprirmi il cancello.Gli ho garantito che appena posso andrò a trovarlo!!!! Certo…. ci andrò!!!!

Foto di nonna Rosalia :

 

 

 

Posted in La mia famiglia, Senza Categoria | Leave a Comment »

Analisi del 2015

Posted by vittcaltabiano su 31 dicembre 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

 

Ecco un estratto:

Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 5.600 volte nel 2015. Se fosse una metropolitana di New York, ci vorrebbero circa 5 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Buon Natale e Buon Anno 2016.

Posted by vittcaltabiano su 18 dicembre 2015

natività

Auguro a tutti , amici e parenti un felice Natale e un buon Anno 2016!

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

I noccioli delle ciliegie.

Posted by vittcaltabiano su 27 settembre 2015

CRisultati immagini per ciliegiehe bontà le ciliegie e quante se ne mangiano ! Una tira l’altra e non si finisce mai di accontentarsi per il loro sapore unico e dolce.

Ho letto che hanno una azione antiossidante e sono efficaci nell’inibire il cancro al colon ed utili anche  nel trattamento della gotta.

Ma quello che ho saputo dei loro noccioli è davvero sorprendente. Hanno  proprietà curative perchè al loro interno hanno una camera d’aria per cui possono accumulare il caldo o il freddo e rilasciarli lentamente senza trattenere umidità.

Per queste caratteristiche naturali danno conforto ai dolori cervicali ed alle contrazioni muscolari, oltre ad alleviare i dolori per contusioni, distorsioni etc. etc.

Messi in una sacca, o cuscino possono riscaldarsi al forno o al microonde o messi nel congelatore. E dopo applicarli sulla parte del corpo interessata.

Non si butta niente delle ciliegie! La ns. natura è meravigliosa!

Siti web:

http://www.vetrinasolidale.com/?page=category&id=31

http://www.erboristeriarcobaleno.com/termoterapia.html

http://www.casadivita.despar.it/ilpiccolo/page/cuscino-nocciolo-ciliegia/

http://www.artimondo.it/cuscino-con-noccioli-di-ciliegia-lavabile-369746.html

etc.etc.

 

 

 

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Il tesoro di Ozus

Posted by vittcaltabiano su 22 maggio 2015

“”Nel 1880 Francis Burton, ufficiale britannico di stanza in Afghanistan, fece un’incredibile scoperta. Aveva ricevuto una richiesta d’aiuto da parte del servitore di tre mercanti che erano stati rapiti durante un viaggio dall’Afghanistan a Rawalpindi, in India. I mercanti e il loro servitore erano stati assaliti da un gruppo di banditi e portati sulle montagne. Il servitore era riuscito a fuggire ed era andato in cerca d’aiuto. Burton e due suoi assistenti si misero in cammino per raggiungere i banditi; a poca distanza si imbatterono nei malviventi, che con i loro ostaggi si erano nascosti in una caverna per trascorrervi la notte. Strisciando nella caverna Burton ebbe una visione strabiliante.
I ladri avevano evidentemente avuto una violenta discussione sul destino da riservare ai mercanti e alla loro merce. Quattro di essi erano stati feriti nella contesa e giacevano a terra, i mercanti se ne stavano rannicchiati in un angolo in preda al terrore di essere uccisi e le loro merci erano sparpagliate un po’ dappertutto. Burton non credeva ai propri occhi quando  scorse coppe, bracciali, calici e collane d’oro brillare nell’ oscurità.
Il recupero del tesoro
Burton liberò i mercanti e lasciò che prendessero parte del tesoro; i ladri fuggirono con il resto. Più tardi Burton diramò il messaggio che, se il tesoro non fosse stato restituito integralmente ai mercanti, i banditi sarebbero stati inseguiti e puniti.
 Quasi tutti gli oggetti in oro furono riportati di nascosto: c’erano bracciali in oro massicci  decorati con grifoni alati, centinaia di monete d’oro,una statua d’argento di un re persiano. Molti dei manufatti ritraevano persone e animali. Da dove provenissero non fu appurato, ma i mercanti sostenevano che erano frutto di scavi compiuti tre anni prima nei pressi del fiume Oxus fra l’Afghanistan e la Russia.
Quando arrivarono al centro mercantile di Rawalpindi, i mercanti vendettero la loro merce pezzo per pezzo. Negli anni che seguirono singoli oggetti fecero la loro comparsa nei bazar locali; molti di essi furono acquistati dall’Inghilterra e oggi sono esposti al British Museum di Londra. Altri furono probabilmente fusi o venduti altrove.””
da http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/mistero_tesoro_oxus.htm

“”Tutto comincio’ nel 1877 quando alcuni contadini, lavorando la fertile terra accanto al fiume Oxsus, scoprirono un’ infinita’ di oggetti preziosi, subito venduti a tre mercanti musulmani. I commercianti non andarono lontano con il loro inestimabile carico. Assaliti dai banditi furono derubati. La vicenda a questo punto ha bisogno di un eroe. Lo incontriamo nei panni del giovane capitano Burton. Senza esitare, appena venuto a conoscenza del fatto, l’ ufficiale inglese, in servizio sulla frontiera nord occidentale dell’ India, subito si precipita all’ inseguimento dei malviventi. Sfruttando la sorpresa dei ladri il moderno Robin Hood, non solo recupera la refurtiva ma riesce ad acquistare dai mercanti arabi una splendida armilla in oro. Sara’ il primo oggetto della futura collezione del British che pero’ , prima di dirsi tale, dovra’ attendere molti anni. Infatti i tesori di Oxsus vagheranno per bazar e ricche dimore, passando di mano in mano finche’ non saranno comperati dal generale Alexander Cunningham,fondatore dell’ Istituto archeologico d’ India. Solo nel 1897 Sir Augustus Wollaston Franks riuscira’ a ricomporre il nucleo della raccolta e donarlo al celebre museo inglese.””

da http://archiviostorico.corriere.it/1993/ottobre/26/quei_tesori_del_British_Museum_co_10_9310264081.shtml

Il tesoro di Oxus esposto al British Museum (1 maggio 2015)

Il tesoro di Oxus

 

 

Posted in Senza Categoria, Viaggi | Leave a Comment »

Il castello di Villandry

Posted by vittcaltabiano su 13 marzo 2015

IMG_0064Tra tutti i castelli della Loira, Villandry è molto famoso per i suoi giardini a terrazze. E’ l’ultimo dei grandi castelli rinascimentali costruiti sulle rive della Loira ed è proprio grazie ai suoi giardini ornamentali che è così noto e ammirato.IMG_0153 Villandry fu costruito da Jean le Breton, uno dei ministri delle Finanze di re Francesco I di Francia e ambasciatore a Roma dove aveva studiato l’arte dei giardini.

Nel 1906 il castello fu acquistato dal dottor Joachim Carvallo, nato in Spagna nel 1869, e che è il bisnonno degli attuali proprietari. Egli lasciò la sua brillante carriera scientifica con il professor Charles Richet, il vincitore del Premio Nobel nel 1913, per dedicarsi interamente alla Villandry per riportarlo allo splendore autentico del rinascimento. Riuscì così grazie ad un team di 1000 costruttori a salvare il castello, che era sul punto di essere demolito e diede vita agli incantevoli attuali giardini, in completa armonia con l’architettura rinascimentale del castello.

IMG_0183

FOTO : https://www.flickr.com/photos/vitt/sets/72157650931890499/

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Epigallocatechina gallato.

Posted by vittcaltabiano su 15 aprile 2014

https://i1.wp.com/www.comemigliorare.com/wp-content/uploads/2013/08/il-segreto-del-te-verde-nelle-catechine-le-proprieta-dellegcg-epigallocatechina-gallato.jpgLa natura ci aiuta molto nel corso della ns. vita rendendocela  migliore e procurandoci tanto benessere! Ma…….bisogna saperla gestire bene ed al meglio, avendo sopratutto tanto rispetto per lei.

Epigallocatechina gallato : che cos’è? !!!!

L’ho scoperto da poco : è un componente della Post image for L’estratto standardizzato e decaffeinato di tè verde:un semaforo rosso per l’obesità e la sindrome metabolicaCamellia Sinensis, meglio conosciuta come the verde. Esso produce tanti effetti positivi per la ns.salute, effetti antiossidanti, antiinfiammatori ,immunosoppressivi e tanti altri elencati qui.

Gli inglesi si aiutano molto con il the: è loro il rito del the delle cinque, è una tradizione mai abbandonata e seguita non solo dalle vecchie signore come ci facevano vedere in vecchi film, ma anche dai giovani che usano incontrarsi negli aftermoon tea.

te_verdeBere una tazza di tè verde al giorno fa bene: prendiamo anche noi l’abitudine e magari alle….cinque della sera!

 

 

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

BUON NATALE e BUON ANNO 2014.

Posted by vittcaltabiano su 16 dicembre 2013

Mosaico Natività Auguri di Buon Natale e di  Buon Anno 2014

a tutti i visitatori di questo blog, passati, presenti e futuri !

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Eruzione dell’Etna del 2 dicembre 2013

Posted by vittcaltabiano su 3 dicembre 2013

Altro spettacolo dell’Etna questa sera!

Fontane di lava e grande colata che raggiunge la Valle del Bove.

L’eruzione al mattino del 3 dicembre si è di nuovo conclusa ( comunicato INGV di Catania http://www.ct.ingv.it/it/.)

Etna 4 dicembre 2013

IMG_6836

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Scala dei Turchi.

Posted by vittcaltabiano su 3 novembre 2013

IMG_6589compr.La Scala dei Turchi è una parete rocciosa, una falesia  bianca di natura calcarea ed argillosa, che scende sul mare  lungo la costa di Realmonte, vicino Porto Empedocle, in provincia di Agrigento.

E’ diventata una attrazione turistica per la particolarità della scogliera di colore bianco e per la forma a scalinate.

La leggenda dice che da qui si inerpicavano i pirati turchi per compiere inrcursioni e razzie nei luoghi circostanti.

Ci sono stato anch’io……da turista!

IMG_6612vitt scala dei turchi compr.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

3 giugno 1931

Posted by vittcaltabiano su 2 giugno 2013

nonni pippo e lina 3-6-1931Sono sempre nella mia mente e nel mio cuore.

Posted in Senza Categoria | 1 Comment »

Primavera 2013.

Posted by vittcaltabiano su 29 aprile 2013

Ci siamo: è primavera. La terra si risveglia con una esplosione di colori, odori, sensazioni, atmosfere, voglia di muoversi,  di passeggiare per campi e boschi, voglia di vacanza, è primavera!

fiori

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

L’eruzione dell’Etna, la 13^.

Posted by vittcaltabiano su 28 aprile 2013

La 13^ eruzione dell’Etna è finita! Dopo una nottata di fuoco,  la colata lavica si è fermata e sono finiti i boati e la colonna di cenere e lapilli.

Ieri 27 aprile 2013:

IMG_6506

Oggi 28 Aprile 2013:2013-04-28-565_4

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Nuova fumata dell’Etna.

Posted by vittcaltabiano su 27 aprile 2013

Un pomeriggio di forti, fortissimi boati ed ecco ora  la gran fumata dell’Etna:

IMG_6479Già da giorni era in agitazione con piccole sbuffate.Qui il 25 aprile, due gg.fa:

IMG_6433

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

MOSTRA DEL CORALLO a Catania

Posted by vittcaltabiano su 19 aprile 2013

Una mostra del corallo  del tutto eccezionale , quella che si tiene a Catania presso il Palazzo Valle fino al 5 Maggio 2013.

Merito della  Fondazione Puglisi Cosentino che  con il contributo della Fondazione Roma Mediterraneo ha riunito  nelle sale del  Palazzo  capolavori dell’antica arte del corallo in Sicilia.capolavori di grande valore artistico, quali gioielli,  calici, ostensori, crocifissi, reliquari, presepi, scrigni, calamai, rosari ed altri pregevoli oggetti.

2013_04_16

Secondo la mitologia i coralli si formarono quando il sangue che sgorgava dalla testa recisa della Medusa venne a contatto con l’aria e si solidificò. Nei tempi antichi il corallo rosso era ritenuto un dono degli dei ed era rinvenuto sulle spiagge in tutto il mondo, ma soprattutto in Italia. La parola corallo viene  dal greco korallìon, dove koreo significa “adorno” e alòs “mare”. Nel corallo si fondano i tre regni, animale, vegetale, e minerale.

Il corallo rosso Mediterraneo è senza ombra di dubbio il migliore, e già nel ‘400  gli artigiani di Trapani erano famosi per la loro abilità nella lavorazione del magnifico oro rosso del mare.La produzione comprendeva prevalentemente oggetti di culto, come le bellissime statuine di santi e i Crocifissi, prodotti dalla collaborazione artistica di maestri corallari e orafi, e realizzati su supporti in rame dorato con incastri di sferette, baccelli mezzelune e ovuli, che nel loro complesso costituiscono la tipica produzione trapanese.Molte di queste opere sono espone nella Mostra.

L’ingresso nella Mostra è gratuito! e delle bravissime guide vi accompagnano nel percoso artistico.

Foto su http://www.flickr.com/photos/vitt/sets/72157633276920704/

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

BUONA PASQUA

Posted by vittcaltabiano su 24 marzo 2013

bandiere-del-mondo-globale_4550-okBuona Pasqua

Happy Easter (Inglese)
Joyeuse Pasques (Francese)
Frohe Ostern (Tedesco)
Felices Pascuas (Spagnolo)
Fouai Hwo Gie Quai le (Cinese)
Eeid -Foss’h Mubarak (Arabo)
Sretun Uskrs (Croato)
Gezuar Pashken (Albanese)
Paste Fericit (Rumeno)
Vesele Velikonoce (Ceco)
Sreken Veligden (Macedone)
Souk San Van Easter (Laotiano)
Veselá velká noc ( Slovacca)
Boa Pascoa (Portoghese)
Kalo Paska(Greco)
Zalig Paasfeest (Olandese)
Schastilvoi Paschi (Russo)
Giad Pàsk (Svedese)
Srecan Uskrs (Serbo)
Vrolijke pasen (Neerlandese)
God pasque (Danese)
Bon fiesse-d’joyeuse pôque (Vallone)
Felician Paskon en Kristo Resurektinta ( Esperanto)
.Shnorhavor surb zatik (Armeno)
A fraylekhn Pesah (Yiddish)
Gofúkkatsu Omédetoo ( Giapponese)
Ieasika Elihle (Zulù)

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

PAPA FRANCESCO.

Posted by vittcaltabiano su 14 marzo 2013

Papa Francesco

Papa Francesco

E’ stata un’emozione intensa quando abbiamo visto alla tv la fumata bianca:

fumata bianca

Dall’Osservatorio Romano  di oggi 14 marzo 2013:

Il primo Papa americano è il gesuita argentino Jorge Mario Bergoglio, 77 anni, arcivescovo di Buenos Aires. È una figura di spicco dell’intero continente e un pastore semplice e molto amato nella sua diocesi, che ha girato in lungo e in largo, anche in metropolitana e con gli autobus,
nei quindici anni del suo ministero episcopale.«La mia gente è povera e io sono uno di loro», ha detto più di una volta per spiegare la scelta di abitare in un appartamento e di prepararsi
la cena da solo. Ai suoi preti ha sempreraccomandato misericordia, coraggio apostolico e porte aperte a tutti. …………………………………..
Nella capitale argentina nasce il 17 dicembre1936, figlio di emigranti piemontesi: suo padre
Mario fa il ragioniere, impiegato nelle ferrovie,mentre sua madre, Regina Sivori, si occupa della casa e dell’educazione dei cinque figli. Diplomatosi come tecnico chimico, sceglie poi la strada del sacerdozio entrando nel seminariodiocesano di Villa Devoto.

L’11 marzo1958 passa al noviziato della Compagnia di Gesù.Completa gli studi umanistici in Cile e nel1963, tornato in Argentina, si laurea in filosofia al collegio San Giuseppe a San Miguel. Fra il 1964 e il 1965 è professore di letteratura e psicologianel collegio dell’Immacolata di Santa Fé e nel 1966 insegna le stesse materie nel collegio del Salvatore a Buenos Aires. Dal 1967 al 1970 studia teologia laureandosi sempre al collegio San Giuseppe.

Il 13 dicembre 1969 è ordinato sacerdote dall’arcivescovo Ramón José Castellano……………….

Posted in Senza Categoria | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Etna by night

Posted by vittcaltabiano su 24 febbraio 2013

Grande spettacolo ieri sera sull’Etna :  un’altra eruzione  e questa volta davvero spettacolare, con fuoruscita di lava e polvere e cenere vulcanica altissima centinaia di metri .

Come appariva ieri sera:IMG_5139e stamattina, 24-2-2013 :

IMG_5148

L’eruzione anche questa volta si è esaurita in poche ore ma ha lasciato il segno sulla neve che ricopriva la montagna.

eruzione e diavoli rit.Lo spettacolo di ieri sera mi ha  riportato  alla mente ricordi mitologici antichi,  legati al dio Vulcano che alimentava i fuochi sotto i vulcani e  a diavoli e diavoletti che accorrono felici quando espode una montagna!

http://www.meteoweb.eu/2013/02/eruzione-etna-foto-e-video-di-carlo-papale-e-turi-caggegi-immagini-mozzafiato/187819/

http://kidslink.bo.cnr.it/ilaria/dei/dei.htm

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Etna in eruzione 19 febbraio 2013

Posted by vittcaltabiano su 19 febbraio 2013

Oggi  verso le 5 l’Etna è entrata in eruzione, con boati, e lanci di lapilli e cenere che sono arrivati fino a Riposto: le prime immagini di stamattina: IMG_5097ok IMG_5096 okIMG_5095ok IMG_5111o k IMG_5098ok IMG_5102ok IMG_5105ok

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Western ,country, Loretta Lynn.

Posted by vittcaltabiano su 25 gennaio 2013

2013-01-25Chi, come me, ha vissuto gli anni ’60 ricorderà certo questi film western: la lotta tra il buono ed il cattivo, le lunghe carovane, gli indiani,  i cavalli, la ferrovia,  l’assalto al treno,l’assalto alla diligenza. lo sceriffo, i saloon con il pianista , e quella bella musica country che faceva di sottofondo ai film.

Ho visto recentemente un film sulla vita di Loretta Lynn,  intitolato La ragazza di Nashville, che mi ha fatto rivivere quella musica country; proprio perchè Loretta, nata il 14 aprile del 1935, è stata una fra le principali cantanti e compositrici degi anni sessanta e settanta ed è un mito della country music .

Vedova dal 1996, oggi Loretta continua ad esibirsi in giro per gli Stati Uniti, è la proprietaria di una casa discografica e possiede e gestisce un ranch ad Hurricane Hills, Tennessee, situato in una vasta piantagione in cui ha fatto riprodurre una copia della sua “Cabin” di Butcher Hollow; non vive più lì, ma è possibile visitare il tutto, in quanto all’interno ci sono anche un museo, uno studio di registrazione ed altre attività; si mormora anche che la casa sia infestata da fantasmi della guerra civile! (http://suckmypossum.forumfree.it/?t=35139149 ) , (http://it.wikipedia.org/wiki/Loretta_Lynn),   http://www.lorettalynnranch.net/main/

Qui un suo successo :Coal Miner’s Daughter

e qui in  You Ain’t Woman Enough (To take My Man)

Ciao Loretta acquisizione a schermo intero 25012013 19.17, sei un mito!!!

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Magico Natale.

Posted by vittcaltabiano su 13 gennaio 2013

Nonno: Marty, quando vuoi bene alla nonna?

Risposta: tanto cosi, allargando le braccia!

Domanda: ed al nonno?

Risposta : tanto così, stringendo pollice  e indice!

Nonno: Martyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyyy!!!

foto natale Marty

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

2012 in review

Posted by vittcaltabiano su 1 gennaio 2013

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

4,329 films were submitted to the 2012 Cannes Film Festival. This blog had 30.000 views in 2012. If each view were a film, this blog would power 7 Film Festivals

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

AUGURI

Posted by vittcaltabiano su 16 dicembre 2012

AUGURI-

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Etna.

Posted by vittcaltabiano su 3 dicembre 2012

etna neveL’Etna si è imbiancata di neve!

Sono visibili, specie sotto il cratere di sud est, le ultime colate laviche che si sono riversate nella Valle del Bove.

Il nostro vulcano è stupendo!

Posted in Etna, Senza Categoria | Leave a Comment »

Autunno 2012

Posted by vittcaltabiano su 1 novembre 2012

 

I colori del bosco

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Estate 2012

Posted by vittcaltabiano su 8 settembre 2012

estate 2012

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

31 maggio 1967

Posted by vittcaltabiano su 31 maggio 2012

45 anni fa !

Come passa il tempo: quel giorno è nata una nuova famiglia: la mia .

Adesso però pensiamo al presente  e…al futuro.

Festeggeremo l’anniversario con un viaggio!

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Il risveglio delle bougainville.

Posted by vittcaltabiano su 14 maggio 2012

Devo all’Ammiraglio ed esploratore francese Louis Antoine de Bougainville  (Parigi 11-11-1729 / Parigi 31-8-1811) se le mie bouganville sono presenti sul mio balcone !

Non succedeva  da qualche anno; l’ultima bella fioritura  l’ha fatta nel 2004 sempre a maggio e mi ricorda il matrimonio di mia figlia Paola, quando il fotografo, meravigliato dei bei colori delle mie bouganville decise di fotografarla tra di esse.

Il mio balcone ora  è pieno  di tanti variopinti colori, come allora.

La  pianta deve il suo nome all’ammiraglio ed esploratore francese Louis Antoine  de Bougainville  (Parigi 11-11-1729 / Parigi 31-8-1811), che durante una spedizione  di circumnavigazione del globo, autorizzata dal Re di Francia, Luigi XV, approdò in Brasile nel giugno del 1767 ed il naturalista  Philibert Commercon, che aveva a bordo,scoprì questa nuova pianta dandogli il nome di bougainvillea iin onore del capo della spedizione.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Pasqua con A. & M.

Posted by vittcaltabiano su 12 aprile 2012

 

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Buona Pasqua

Posted by vittcaltabiano su 6 aprile 2012

Auguri di Buona Pasqua  a tutti ,con le  ns.tradizioni siciliane:

Posted in Senza Categoria | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Padre Vittorio.

Posted by vittcaltabiano su 3 aprile 2012

Chi ,come me, ha vissuto negli anni ’60 nella comunità dell’ azione cattolica a Riposto, si ricorderà senza dubbio di Padre Vittorio Graziani.

Ancora oggi mi ricordo di lui : “molto aperto e comunicativo   P. Vittorio ebbe amici anche al di fuori dell’ambito parrocchiale; lavorò con intensità e diede nuovo impulso alla F.U.C.I. che da tempo aveva chiuso ormai i suoi battenti e che di essa fu l’assistente spirituale.”(http://www.luciacontarino.it/Parrocchiasangiusepperiposto/Lastoria/lastoria.htm)

Dal 1966 al 1972 guidò la Parrocchia di San Giuseppe  a Riposto con intenso fervore ; i giovani di allora eravamo attirati dalla sua cordialità e dal  suo carisma e  modo di fare e parlare, sempre con sorriso . Sue foto di quel periodo sono su http://www.parrocchiasangiusepperiposto.it/index.php?option=com_content&view=article&id=123&Itemid=67

Ho cercato altre  sue notizie sul web e l’ho ritrovato a Barletta dove il 18-6-2008 la Parrocchia di San Filippo Neri  festeggiava i 60 anni di sacerdozio  del Parroco Padre Vittorio e dove è pure è riportata la sua vita pastorale sino ad allora con il solo errore della sua data di nascita : “” A Barletta, nella Parrocchia San Filippo Neri, sono cominciati i preparativi per il 60° anniversario di ordinazione sacerdotale del Parroco Padre Vittorio Graziani.
Il tutto culminerà nella solenne concelebrazione del 20 giugno 2008, alle ore 19.00, nella stessa giornata in cui, nel 1948, ad Asti, nel Santuario di San Giuseppe presso la Casa Madre della famiglia dei Giuseppini, fu ordinato sacerdote per l’imposizione delle mani del Vescovo diocesano Mons. Umberto Rossi.
Padre Vittorio è nato a Roma il 9 dicembre 1992  ( forse 1922) , nel 1939 veste l’abito religioso della Congregazione degli Oblati di San Giuseppe (o più semplicemente Giuseppini) e nel 1940 conclude il noviziato con la prima professione solenne. Nel 1945, con i voti di povertà, castità e obbedienza, emette la professione solenne. Il 20 giugno 1948 è ordinato sacerdote.
Densa la sua attività ministeriale che lo porterà in diverse parti in Italia: a Milano (1951-1955); ad Alessandria (1955-1958); a Trino Vercellese (Vicenza, 1958-1960); a Roma (1960-1965) come primo parroco nella Parrocchia San Giuseppe Cafasso; a Riposto (Catania, 1965-1972) come Superiore, Parroco; a Trecate (Novara, 1972-1973) come incaricato dei Giovani nel locale Oratorio; a Sala Consilina (Salerno, 1973-1974) come Superiore; a Canosa di Puglia (Bari, 1974-1977), a Solofra (Avellino, 1977-1982), a Riccia (Campobasso, 1982-1983), a Ceglie del Campo (Bari, 1983-1988), a Parete (Caserta, 1988-1989), nuovamente a Solofra (1989-1991), a Barletta (dal 1991), con diversi incarico, tra cui, quasi sempre come parroco.
Sacerdote di grande esperienza pastorale e umana, si distingue per la sua cordialità, disponibilità al dialogo e l’attenzione ai bisognosi.  (http://www.comitatoprocanne.com/newsDett.asp?news=3813)  (http://www.comitatoprocanne.com/pdf/TurismoSostenibile%201806BT03.pdf)

Nel 2009 lo ritrovo al n.63 dell’elenco degli Oblati del Santuario Maria SS dello Sterpeto a Barlella ( http://www.santuariodellosterpeto.it/parrocchia/sacerdoti.html)

Il 12 ottobre del2010   nella sua  parrocchia di San Filippo Neri  celebra una messa solenne per la ricorrenza del 120° anniversario della nascita del servo di Dio mons. Angelo Raffaele Dimiccoli   ( http://donangeloraffaeledimiccoli.blogspot.it/2010/11/il-direttore-amato-dai-poveri-giuseppe.html) .

Dopo questa data non ho trovato più sue notizie sul web.

Se andrò nei prossimi anni alle Isole Tremiti passerò da Barletta a vedere la sua parrocchia , lo prometto, e cercherò di saperne ancora di lui.


Posted in Senza Categoria | 3 Comments »

Pasqua 2012: 2 aprile 2012

Posted by vittcaltabiano su 2 aprile 2012

In questa settimana di Pasqua il mio pensiero va ad un caro fraterno amico che da anni lotta  contro  un male terribile incurabile e che ora giace  in un letto di ospedale senza più speranze e con  sofferenze fisiche e mentali.

O Signore, tu che hai conosciuto queste sofferenze, aiutalo : dagli la pace.

P:S.:7 aprile 2012 : stamattina il mio amico ha cessato di vivere.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Primavera, fresie, api…

Posted by vittcaltabiano su 19 marzo 2012

Come ogni anno, le api ritornano alle mie fresie attirate dal loro profumo; vanno da fiore in fiore  e ripartono felici , cariche di dolce polline.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Etna in eruzione: 18 marzo 2012

Posted by vittcaltabiano su 18 marzo 2012

Altra eruzione lampo dell’Etna, iniziata  dal cratere di sud est verso le 8,30 e conclusasi verso le 12. La lava di è riversata alle pendici verso la Valle del Bove

Una enorme colonna di cenere si è alzata  altissima riversando la sabbia sui paesi sottostanti di Zafferana,S.Venerina, Giarre e Riposto fino al mare.

Posted in Senza Categoria | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

8 Marzo 2012

Posted by vittcaltabiano su 7 marzo 2012

Auguri

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Ciao Lucio.

Posted by vittcaltabiano su 4 marzo 2012

Ciao Lucio Dalla; grazie per le canzoni che ci hai regalato,.. nel primo atto …della tua vita .

Ricordo  ancora quando, in vacanza alle Isole Tremiti, anni ’60,  nella discoteca ‘A Furmicula di San Domino, nel buio della sera, vidi una persona che dormiva con una larga tunica addosso sdraiato a terra sotto un albero ; chiesi allora a mio cugino Pasqualino chii era e se lo conosceva: era Lucio Dalla, che cantava in quel locale.

Ciao  Lucio. Una cosa ci ha unito: la tua musica e  il ns. grande amore per le Tremiti.

http://www.flickr.com/photos/vitt/collections/72157629511018813/

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Etna in eruzione.

Posted by vittcaltabiano su 4 marzo 2012

Da stanotte l’Etna è entrata in eruzione attiva; la colata lavica, che parte dal cratere di sud-ovest, si sovrappone alla precedente scendendo verso la Valle del Bove, accompagnata da forti boati . Eccezionale il pennacchio che si alza nel cielo azzurro!

Le foto su http://www.flickr.com/photos/vitt/sets/72157629507841307/

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Taormina vista da Giardini Naxos

Posted by vittcaltabiano su 29 febbraio 2012

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

La …vista ..oggi 22 febbraio 2012 ,ore 10,00.

Posted by vittcaltabiano su 22 febbraio 2012

Vento, pioggia, freddo.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

La vista dal mio balcone.

Posted by vittcaltabiano su 19 febbraio 2012

Ecco perchè parlo spesso dell’Etna.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Doppio arcobaleno.

Posted by vittcaltabiano su 30 gennaio 2012

Siamo abituati a vedere un arcobaleno durante o dopo una pioggia , ed è sempre uno spettacolo affascinante vedere questo arco di colori che appare sul cielo mentre il sole fa capolino tra le nuvole. La luce dei raggi solari passa attraverso le gocce di acqua e forma quell’arco dai sette colori, con il rosso all’esterno ed il viola nella parte interna: rossoarancionegialloverdeazzurroindacoevioletto,

Ma vedere un doppio arcobaleno non è comune: una doppia riflessione dei raggi del sole nelle gocce dell’acqua produce un secondo arco con i colori invertiti e con una minore luminosità:

Eccolo: (10 ottobre 2011, ore 8,46, Riposto (CT)):

Posted in Senza Categoria | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Etna in eruzione.

Posted by vittcaltabiano su 6 gennaio 2012

Ancora un’altra eruzione dell’Etna: ieri mattina , 5 gennaio 2012, ci siamo svegliati con la vista della ns.montagna, innevata ma solcata dalla colata lavica di stanotte; ancora è presente il pennacchio!

Dall’IGV di Catania :

Aggiornamento Etna, 5 gennaio 2012 *
Nelle ore mattutine del 5 gennaio 2012 il Nuovo Cratere di Sud-Est dell’Etna ha prodotto un nuovo episodio eruttivo parossistico, dopo un intervallo di quiete di 50 giorni (l’episodio precedente era avvenuto il 15 novembre 2011). L’evento, che è stato preceduto da diverse ore di deboli esplosioni stromboliane all’interno del cratere, ha ripetuto in molti dettagli gli episodi precedenti (cioè, fontane di lava da diverse bocche all’interno del cratere nonché sui fianchi sud-orientale e settentrionale, emissione di colate laviche sia verso sud-est sia verso nord-est, generazione di una colonna di gas e cenere alta diversi km). Inoltre, l’intensa ricaduta di materiale piroclastico sui fianchi del cono ha generato dei piccoli flussi piroclastici, che hanno invaso terreni coperti di neve, provocando violente interazioni esplosive. La ricaduta di cenere e lapilli ha interessato maggiormente il settore meridionale del vulcano. Un rapporto più dettagliato sarà messo in rete in giornata.Foto su https://vittcaltabiano.wordpress.com/o-j-e-osservatorio-jonico-etneo

Posted in Etna, Senza Categoria | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Auguri

Posted by vittcaltabiano su 16 dicembre 2011

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Sole e Luna.

Posted by vittcaltabiano su 13 dicembre 2011

Giorno 11 dicembre 2011, ore 6,52 : uno spettacolo della natura!

Da una parte il tramonto della luna sull’Etna  e dall’altra il sorgere del sole.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

San Martino 2011.

Posted by vittcaltabiano su 10 novembre 2011

11-11 2011 : San Martino

Martino nasce in Pannonia, l’odierna Ungheria nel 316. Figlio di un ufficiale romano fa parte della Guardia Romana fino ai 15 anni. Martino conobbe il cristianesimo frequentando di nascosto le assemblee dei cristiani.
Martino ottenuto dall’Imperatore l’esonero dal servizio militare si recò a Poiters dove fu battezzato e ordinato sacerdote dal vescovo S.Ilario. Tra le molte vicende della sua vita merita d’essere ricordata l’erezione, da lui voluta, dei monasteri di Ligugè e Mamontier, e il suo operato come vescovo di Tours. Martino morì a Candes 11/11/397 e fu poi sepolto nella cattedrale di Tours. In Francia S.Martino è il primo patrono della nazione.  La sua umiltà e la sua carità hanno dato vita ad alcune leggende.

La leggenda di San Martino

 Era l’11 novembre: il cielo era coperto, piovigginava e tirava un ventaccio che penetrava nelle ossa; per questo il cavaliere era avvolto nel suo ampio mantello di guerriero.

Ma ecco che lungo la strada c’è un povero vecchio coperto soltanto di pochi stracci, spinto dal vento, barcollante e tremante per il freddo.
Martino lo guarda e sente una stretta al cuore. “Poveretto, pensa morirà per il gelo!” E pensa come fare per dargli un po’ di sollievo. Basterebbe una coperta, ma non ne ha. Sarebbe sufficiente del denaro, con il quale il povero potrebbe comprarsi una coperta o un vestito; ma per caso il cavaliere non ha con sé nemmeno uno spicciolo.
E allora cosa fare? Ha quel pesante mantello che lo copre tutto. Gli viene un’idea e, poiché gli appare buona, non ci pensa due volte. Si toglie il mantello, lo taglia in due con la spada e ne dà una metà al poveretto. “Dio ve ne renda merito!”, balbetta il mendicante, e sparisce.
San Martino, contento di avere fatto la carità, sprona il cavallo e se ne va sotto la pioggia, che comincia a cadere più forte che mai, mentre un ventaccio rabbioso pare che voglia portargli via anche la parte di mantello che lo ricopre a malapena. Ma fatti pochi passi ecco che smette di piovere, il vento si calma. Di lì a poco le nubi si diradano e se ne vanno. Il cielo diventa sereno, l’aria si fa mite.
Il sole comincia a riscaldare la terra obbligando il cavaliere a levarsi anche il mezzo mantello. Ma la storia non finisce qui. Durante la notte, infatti, Martino sognò Gesù che lo ringraziava mostrandogli la metà del mantello, quasi per fargli capire che il mendicante incontrato era proprio lui in persona.
Altra leggenda di San Martino.

San Martino era uno che si ubriacava sempre, un ubriacone.
Una sera, era d’inverno ed era caduta un po’ di neve, faceva molto freddo e San Martino era stato in una cantina e si era ubriacato.
In quei giorni la moglie era incinta e stava per partorire. Mentre egli tornava a casa, gli venne uno scrupolo nell’anima. Disse fra sé e sé:
“Ora torno a casa e vado a coricarmi accanto a quella poveretta, così intirizzito dal freddo come sono, ubriaco. Non voglio farla soffrire, per questa sera dormo giù nella nostra cantina.”
E così fece. Entrò giù nella sua cantina e si accovacciò in una nicchia scavata dentro il muro proprio dietro una grande botte. La notte, a causa del freddo, morì!
Quando la sua anima giunse davanti a Dio, Dio vedendo che lui era morto per non fare del male alla moglie, lo fece santo.
Invano la moglie lo aspettò: del marito non ebbe più notizie.
Ma dal giorno della scomparsa cominciò ad accadere un fatto miracoloso: da quella grande botte che lei teneva in cantina, più vino cacciava e più ce ne ritrovava!
Cos’è e cosa non è intanto la notizia si propagò. Vennero il prete e la gente dal paese per vedere quel miracolo. Il prete volendo accertarsi, osservò bene la botte sotto e sopra, davanti e dietro e che trovò?
Vide il corpo del santo dentro la nicchia e vide che dalla sua bocca era spuntata una vite e questa vite era entrata dentro la botte. E quando guardarono dentro la botte, videro che questa vite aveva messo l’uva e l’uva diventava vino da sola.
Allora dissero: “Solo un santo può fare un miracolo come questo!” E vi costruirono una chiesa.
Ecco perché San Martino è il patrono del vino.

Questa è Martina; non ha ancora leggende che parlano di lei! c’è ancora tempo,  e di lei ne parlo io.

Vive a Milano dalla nascita, da  due anni e mezzo. Nelle sue vene scorre sangue siculo perchè siculi sono i genitori e tutti gli ascendenti; le è spontaneo dire bedda e beddissima!!!

Bimba dolce, socievole, coccolona, affettuosa,vivace,deliziosa, intelligente, sensibile,volenterosa, buona. Le piace cantare: sa tutto l’inno di Mameli! Adora sua mamma e papà, che con tanta pazienza le insegnano anche difficili  canzoni e filastrocche !

Domani è il suo onomastico! tutto lo staff del Blog le fa  tanti, tanti affettuosi auguri!

Auguri piccola Martina, ti vogliamo bene!

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

LIBRIZZI in video.

Posted by vittcaltabiano su 10 novembre 2011

Un nuovo video arricchisce la già ampia documentazione sulla città di Librizzi che Carmelo ( Meluccio) Rifici, mio caro  amico web, ha raccolto nei suoi bellissimi siti http://www.librizziacolori.it/  e  http://www.librizziacolori.eu/.

Il video,http://youtu.be/5wbcvR0zQe8,  edito dal Comune di Librizzi,  ed  al quale  ha collaborato con i testi anche  il mio amico, fa vedere il bel paesino dei Nebrodi, per conoscerlo ancor meglio e per invogliare la gente a visitarlo.

Ben riuscito, complimenti.

Già il sito del Comune contiene una pagina turistica che aiuta ad organizzarsi per un soggiorno anche breve :  http://www.comune.librizzi.me.it/Sport.%20Multif.le%20-%20Per%20conoscere%20librizzi%20-%20Home%20Page.htm

Bene, è il momento di organizzarsi: tutti a Librizzi!

Posted in Senza Categoria | 1 Comment »

Sicilia in fiore.

Posted by vittcaltabiano su 28 maggio 2011

Le mie bouganville in fiore.

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Milan l’è un gran Milan !

Posted by vittcaltabiano su 28 maggio 2011

Via Dante

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

Maggio a Milano .

Posted by vittcaltabiano su 6 maggio 2011

Si parte . Le valigie son pronte e …piene.  Asia, Maya, Martina …arrivano i nonni dalla Sicilia bedda !!!

Posted in Senza Categoria | Leave a Comment »

La ‘nduja di Spilinga

Posted by vittcaltabiano su 30 aprile 2011

Appena il titolare dell’azienda  ha aperto il locale destinato alla stagionatura un’ondata di odori ci ha letteralmente investiti!

E non solo, ma la vista di tanto ben di Dio ci ha lasciati sbalorditi: ohhhhhhhhh!!!

Avevamo davanti la ‘nduja e quella dop di Spilinga, uno dei prodotti più tipici della Calabria, un misto di carne di suino, sale e tanto peperoncino rosso. Un salame morbido, gustoso, piccantissimo , smalmabile, affumicato e stagionato naturalmente.

Viene prodotto da più aziende a Spilinga, un comune alle pendici del Monte Poro, sulla punta di Capo Vaticano e vicino a Tropea , dotato di un microclima particolarmente fresco e umido che facilita la stagionatura e la conservazione della ‘nduja.

E’ buono sulle bruschette  ed anche con gli spaghetti: credetemi, una verà bonta!

Un fine settimana è sufficiente per conoscere la zona ed apprrezzarne i suoi prodotti, soggiornando in uno dei tanti alberghi presenti nel territorio ( mi son trovato bene  qui ) e visitare Tropea ( che buone le cipolle!) e le  bellissime spiaggie di Capo Vaticano.

Bon voyage e buon appetito!!!

Foto  Video

Posted in Senza Categoria, Viaggi | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »