VittCaltabiano's Weblog

Il blog di Vittorio Caltabiano

Il tesoro di Ozus

Posted by vittcaltabiano su 22 maggio 2015

“”Nel 1880 Francis Burton, ufficiale britannico di stanza in Afghanistan, fece un’incredibile scoperta. Aveva ricevuto una richiesta d’aiuto da parte del servitore di tre mercanti che erano stati rapiti durante un viaggio dall’Afghanistan a Rawalpindi, in India. I mercanti e il loro servitore erano stati assaliti da un gruppo di banditi e portati sulle montagne. Il servitore era riuscito a fuggire ed era andato in cerca d’aiuto. Burton e due suoi assistenti si misero in cammino per raggiungere i banditi; a poca distanza si imbatterono nei malviventi, che con i loro ostaggi si erano nascosti in una caverna per trascorrervi la notte. Strisciando nella caverna Burton ebbe una visione strabiliante.
I ladri avevano evidentemente avuto una violenta discussione sul destino da riservare ai mercanti e alla loro merce. Quattro di essi erano stati feriti nella contesa e giacevano a terra, i mercanti se ne stavano rannicchiati in un angolo in preda al terrore di essere uccisi e le loro merci erano sparpagliate un po’ dappertutto. Burton non credeva ai propri occhi quando  scorse coppe, bracciali, calici e collane d’oro brillare nell’ oscurità.
Il recupero del tesoro
Burton liberò i mercanti e lasciò che prendessero parte del tesoro; i ladri fuggirono con il resto. Più tardi Burton diramò il messaggio che, se il tesoro non fosse stato restituito integralmente ai mercanti, i banditi sarebbero stati inseguiti e puniti.
 Quasi tutti gli oggetti in oro furono riportati di nascosto: c’erano bracciali in oro massicci  decorati con grifoni alati, centinaia di monete d’oro,una statua d’argento di un re persiano. Molti dei manufatti ritraevano persone e animali. Da dove provenissero non fu appurato, ma i mercanti sostenevano che erano frutto di scavi compiuti tre anni prima nei pressi del fiume Oxus fra l’Afghanistan e la Russia.
Quando arrivarono al centro mercantile di Rawalpindi, i mercanti vendettero la loro merce pezzo per pezzo. Negli anni che seguirono singoli oggetti fecero la loro comparsa nei bazar locali; molti di essi furono acquistati dall’Inghilterra e oggi sono esposti al British Museum di Londra. Altri furono probabilmente fusi o venduti altrove.””
da http://www.ilpaesedeibambinichesorridono.it/mistero_tesoro_oxus.htm

“”Tutto comincio’ nel 1877 quando alcuni contadini, lavorando la fertile terra accanto al fiume Oxsus, scoprirono un’ infinita’ di oggetti preziosi, subito venduti a tre mercanti musulmani. I commercianti non andarono lontano con il loro inestimabile carico. Assaliti dai banditi furono derubati. La vicenda a questo punto ha bisogno di un eroe. Lo incontriamo nei panni del giovane capitano Burton. Senza esitare, appena venuto a conoscenza del fatto, l’ ufficiale inglese, in servizio sulla frontiera nord occidentale dell’ India, subito si precipita all’ inseguimento dei malviventi. Sfruttando la sorpresa dei ladri il moderno Robin Hood, non solo recupera la refurtiva ma riesce ad acquistare dai mercanti arabi una splendida armilla in oro. Sara’ il primo oggetto della futura collezione del British che pero’ , prima di dirsi tale, dovra’ attendere molti anni. Infatti i tesori di Oxsus vagheranno per bazar e ricche dimore, passando di mano in mano finche’ non saranno comperati dal generale Alexander Cunningham,fondatore dell’ Istituto archeologico d’ India. Solo nel 1897 Sir Augustus Wollaston Franks riuscira’ a ricomporre il nucleo della raccolta e donarlo al celebre museo inglese.””

da http://archiviostorico.corriere.it/1993/ottobre/26/quei_tesori_del_British_Museum_co_10_9310264081.shtml

Il tesoro di Oxus esposto al British Museum (1 maggio 2015)

Il tesoro di Oxus

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: